Menu

Hens story – The Codex

|Vita su Marte|

• Codex Gallicus•

Nel febbraio del 2002, presso gli uffici comunali del distretto di Okuto, Giappone, attraverso un vecchio fax in disuso da tempo, ci è stato trasmesso dalle Galline il Codex Gallicus Marziano (Fig.1).

Il volume, composto da 4780 pagine e 3400 tavole grafiche, è stato tradotto in 27 lingue ed è consultabile presso la Biblioteca Astrofisica di Okuto. Definito dalle Galline Marziane come “Il libro dell’evoluzione ovipara”, contiene preziose informazioni riguardanti la vita e le abitudini delle Galline su Marte. Da esso si evince inoltre come le Galline abbiano raggiunto livelli di conoscenza e consapevolezza ben superiori al genere umano.

01_codexcover_hom_story_image_creative_agency_hens_on_mars
Fig.1 - Codex Gallicus

Le Galline risiedono nel sottosuolo, all’interno di capsule disposte secondo schemi modulari.

Dai progetti strutturali riportati sul Codex (Fig.1), si può chiaramente notare come queste abitazioni assumano un aspetto simile agli alveari delle comuni api terrestri.

01_codexprogect_hom_story_image_creative_agency_hens_on_mars
Fig.2 - Progetti strutturali moduli abitativi, Codex Gallicus

Le Galline Marziane sono agnostiche, non politicizzate, sostanzialmente anarchiche. La loro struttura sociale è pressocchè inesistente. Tuttavia sembra essersi creata una suddivisione naturale in quelli che loro definiscono “Team”, ognuno contraddistinto dalle predisposizioni caratteriali di chi le compone.

Di particolare interesse il capitolo n.224 del Codex “Culto di Eshom”, che fornisce preziose informazioni riguardanti le abitudini quotidiane delle Galline su Marte.

Esse sembrano dedicare gran parte della giornata alla meditazione e al culto del “Bellhom”, attraverso l’adorazione del profeta Eshom, una gallina Bantam albina completamente glabra. Eshom, durante la sua prima cova, avrebbe raggiunto il nirvana e deposto un uovo d’oro massiccio (Fig.3).

Fig.3 - Uovo di Eshom
06_02_egg_hom_story_image_creative_agency_hens_on_mars

Nella tavola n.722 del Codex troviamo un’interessante fotografia scattata in occasione del capodanno marziano (che coincide con la sbarco sul pianeta rosso delle galline). Nella foto vediamo l’intera colonia al momento dell’adorazione dell’uovo d’oro di Eshom (Fig.04), che per l’occasione viene posizionato sulla cima di una formazione rocciosa. Curioso notare l’utilizzo di occhiali protettivi a causa della potente luminescenza dell’oggetto.

Fig.4 - Adorazione di Eshom, Capodanno marziano
06_sunglass_hom_story_image_creative_agency_hens_on_mars
Share

This is a unique website which will require a more modern browser to work!

Please upgrade today!